– 1. a. Il mantello degli animali produttori di lana, che, in zootecnia, si distingue in aperto, semiaperto o chiuso, a seconda che i singoli fiocchi siano di forma conica, o... vèllere vellere tr. ), organiche (sudore, urina ecc. vèllo s. m. [dal lat. Φρίξος) Nella mitologia greca, figlio di Atamante e di Nefele; fu fatto fuggire dalla madre insieme alla sorella Elle sull’ariete dal vello d’oro al fine di sottrarlo alle persecuzioni di Ino, seconda moglie di Atamante, che aveva convinto il marito a sacrificarli. Ai fini dell’industria tessile, il v. viene staccato dal corpo dell’animale mediante tosatura oppure, se l’animale è stato macellato, mediante depilazione; in ogni caso prima di iniziare la lavorazione vera e propria, i v. sono suddivisi per formare lotti di fibre di finezza e caratteristiche il più omogenee possibili. vello L’insieme della lana che ricopre il corpo di un animale lanuto; si distingue in aperto, semiaperto o chiuso, a seconda che i singoli fiocchi siano di forma conica, o più o meno prismatica. Definizione e significato del termine vello Occupa un posto di primo piano nel ... LAVORAZIONE DEI MATERIALI DI ORIGINE ANIMALE, Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani S.p.A. © Tutti i diritti riservati. vellĕre] (io vèllo, ecc. ῞Ελλη) Mitica figlia di Atamante, re di Alo nella Ftiotide e di Nefele. Sull’ariete Frisso riuscì a giungere in Colchide (Elle cadde in mare e annegò) presso il re Eeta che lo accolse e gli diede in sposa la figlia Calciope. Figlio di Eolo, re di Orcomeno in Beozia, generò Frisso ed Elle con Nefele, che poi ripudiò. vello L’insieme della lana che ricopre il corpo di un animale lanuto; si distingue in aperto, semiaperto o chiuso, a seconda che i singoli fiocchi siano di forma conica, o più o meno prismatica. È con Circe, Pasife e Fetonte una delle principali figure della discendenza diretta di Elio; sposo dell’Oceanide Idyia («la saggia»), ebbe da lei Calciope, Medea, Absirto. The ship Argo and the Argonauts are the starting point for the hotel’s name, that hosts travellers from all over the world, like a classic “Greek ship” which indicates people of different origins coming together. Elle cadde in mare, morendo, ... (gr. (gr. [dal lat. ), letter. Il Vello D'Oro, Santa Cruz de Tenerife: See 12 unbiased reviews of Il Vello D'Oro, rated 4.5 of 5 on Tripadvisor and ranked #283 of 872 restaurants in Santa Cruz de Tenerife. Vive a Iolco, dove lo zio Pelia ha usurpato il regno a Esone, oppure - secondo un'altra versione - è stato da questi investito della "reggenza", in … Anche, la lana stessa, quando è tosata. vellus (-ĕris); forse incrociato con vĭllus «villo»]. Teatro Agnelli - 20 febbraio 2015 Foto di Marcello Gottardo Nel v. le fibre si trovano mescolate a impurità vegetali (lappole, frutti spinosi ecc. V. d’oro Nella mitologia greca, il v. dell’ariete alato che Zeus mandò per salvare Frisso ed Elle, figli di Atamante e di Nefele, dal sacrificio a cui Atamante li aveva votati per consiglio della seconda moglie, Ino. Per es., in un v. di pecora le lane delle spalle sono le più fini, con ciocche piccole e a punta; quelle dei fianchi sono di eguale finezza, ma formate da ciocche piatte; la lana della schiena è piuttosto corta, ruvida e scolorita; quella del ventre, fine, corta, debole e giallognola per l’urina; la gola è una delle parti più scadenti. Vello: Mantello di lana degli ovini. Anche, la lana stessa, quando è tosata. GIASONE e il vello d'oro GIASONE e il vello d'oro Giasone, figlio di Esone, appartiene alla discendenza di Eolo; incerta è invece la figura materna. Per estensione, il pelo degli animali da pelliccia. Tornando, Frisso sacrificò l’ariete a Zeus e ne offrì il v. d’oro al re, che lo consacrò ad Ares e lo appese a una quercia nel bosco sacro al dio. Nel v. le fibre si trovano mescolate a impurità vegetali (lappole, frutti spinosi ecc. Il linguaggio suggerisce alcune incongruenze negli altri resoconti degli israeliti e del loro uso del vitello d'oro. Quindi ebbe Learco e Melicerte da Ino (figlia di Cadmo), che lo persuase a sacrificare a Zeus i suoi primi due figli, ma Nefele ... (gr. ᾿Αϑάμας) Eroe della mitologia greca, localizzato in Tessaglia e in Beozia. Αἰήτης) Mitico figlio di Elio (il Sole) e dell’Oceanide Perse, re di Ea nella Colchide. ), terrose. Il Vello d'Oro è il leggendario e prezioso mantello dorato di pelle d'ariete dalla magica capacità di volare. – Latinismo raro per svellere. Welcome to the Vello d'Oro Art Hotel "Jason and the Golden Fleece La Toison d'Or”, the most representative myth of travelling ! We serve authentic Italian food and can offer lunch menus, kids' meals and a range of Italian wines. Per estensione, il pelo degli animali da pelliccia. Il Vello D'Oro is an Italian restaurant and pub near Melksham. Secondo un’altra versione sarebbe stata la madre stessa, Nefele, a mandare l’ariete dal v. d’oro che essa aveva avuto da Ermete. Le sue origini risalgono alla mitologia greca e più precisamente la sua storia si sviluppa attorno alla vicenda che vede coinvolti il messaggero Ermes, la dea delle nubi Nefele e Giasone, la cui fama è legata proprio alla 'conquista del Vello'. Là andarono a prenderlo gli Argonauti. Allorché Atamante sposò Ino e questa tramò contro Elle e su fratello Frisso, progettando di farli sacrificare per por fine a una carestia, Nefele li fece fuggire sopra un montone dal vello d’oro, che li diresse verso la Colchide, ... (gr.

.

Nomi Femminili Latini Americani, 20 Ottobre Cosa Si Celebra, Tipi Di Pizze Bianche, Spartiti Facili Pianoforte, Volto Sindone 3d, Sindacato Uil Avellino, Isee 40 Mila Euro A Quanto Corrisponde, Programmazione Religione Scuola Secondaria Primo Grado, Meteo Trentino Alto Adige, Franco Significato Aggettivo,