S’affrettò allora ad affrontare i musulmani in quella che divenne nota come Battaglia di Stilo, presso Capo Colonna. - Antica famiglia comitale, che prese il nome dal castello situato sul luogo dove poi fu costruito il duomo di Bamberga; furono anche detti Popponi dal capostipite, conte Poppo (819-839). Function: _error_handler, Message: Invalid argument supplied for foreach(), File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/views/user/popup_modal.php - Figlio (n. 955 - m. Roma 983) di Ottone I e di Adelaide. 14 Visualizzazioni. Lascia un commento Pensando che Bisanzio non avesse buoni presidi nè reali possibilità di difesa dell’Italia, entrò a Napoli, poi si scagliò su Taranto, la tenne sotto assedio per tre mesi, infine marciò in Calabria, senza un preciso piano. Ottone II, sentendosi improvvisamente indebolito, fece due mosse: per prima cosa volle riconfermare l’autorità degli Ottoniani facendo incoronare quale re d’Italia suo figlio a Verona, poi s’accordò con Venezia e, nel 983, ridiscese al Sud desideroso di riscattarsi dalla sconfitta. Ottone dovette affrontare la guerra dei tre Enrichi. Successe al padre nel 973 e conferì nello stesso anno il ducato di Svevia al nipote Ottone, figlio del fratellastro Liudolfo. Line: 208 A … Ottone I morì nel 973 lasciando il trono al figlio. Fronteggiò la rivolta del duca di Baviera Enrico il Litigioso (951-995) e l'invasione della Lorena da parte del re di Francia Lotario (941-986). Line: 479 Il papa eletto col consenso di Ottone II prese il nome di Benedetto VII; provò a districarsi nelle trame romane, a quietare le acque, a saziare gli appetiti dei Crescenzi, ma non potè fare a meno di richiamare l’attenzione dell’Imperatore davanti all’anarchia di Roma. Ottone II di Sassonia (Sassonia, 955 circa – Roma, 7 dicembre 983) è stato duca di Sassonia, re di Germania dal 961 al 983, imperatore del Sacro Romano Impero dal 973 al 983 e re d'Italia dal 980 al 983. Mortole il marito (950), fu imprigionata da Berengario II al quale aveva cercato di opporsi, reclamando per sé la corona. Sostò a Pavia e a Ravenna, poi finalmente venne a Roma, col figlio, suo omonimo, la moglie Teofania, la madre Adelaide di Borgogna ed un gran seguito di baroni tedeschi e franchi, tra i quali Ugo Capeto, futuro re di Francia e fondatore della dinastia dei Capetingi. Era il 13 o 14 luglio 982. Radunata nel 983 una dieta a Verona, dove O. fece eleggere re suo figlio, l'imperatore si diresse con un nuovo esercito verso il sud, ma, colpito dalla malaria, morì a Roma, mentre gli giungeva la notizia che in Germania gli Slavi avevano ripreso le armi, devastando la regione dell'Elba. L’Italia di quegli anni fu sconvolta dalle torbide faccende romane, violenze, contasti, ribellioni, uno scontro aperto tra fazioni cittadine, l’una favorevole e l’altra contraria all’Impero. Ottone II, sentendosi improvvisamente indebolito, fece due mosse: per prima cosa volle riconfermare l’autorità degli Ottoniani facendo incoronare quale re d’Italia suo figlio a Verona, poi s’accordò con Venezia e, nel 983, ridiscese al Sud desideroso di riscattarsi dalla sconfitta. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Salì al trono diciottenne, nel ... ottóne s. m. [dall’arabo lāṭūn «rame»]. Riuscita a fuggire, ottenne l'aiuto ... ‹bàabënberk›. Line: 68 La notizia del disastro fece insorgere danesi di Aroldo “Dente Blu”, la stessa Roma si tenne calma solo perchè l’Imperatore la elesse a suo soggiorno temporaneo. Danilo FRANCO, in Calabria Sconosciuta, annoIV n° 21, 1983 p 47. Non tardò, invece, a presentarsi un’ambasceria imperiale che intimò al papa usurpatore di abbandonare la tiara. Aveva solo ventotto anni. L’aristocrazia rivoltosa elesse un nuovo pontefice, il cardinale Franco Ferruccio col nome di Bonifacio VII. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al nostro indirizzo email info@historiaregni.it e si provvederà alla rimozione. Nello stesso tempo Lotario re di Francia occupò la Lorena e giunse fino ad Aquisgrana, ma di lì a poco, raccolto un esercito, O. penetrò in Francia e giunse fino a Parigi: nel 980 i due sovrani si riconciliarono e la pace fu ristabilita sulla base dello status quo. Regnò quindi per alcuni anni in coreggenza col padre (967-973) ma sotto la supervisione dello zio Brunone, arcivescovo di Colonia e del fratellastro Guglielmo, arcivescovo di Magonza; quest'ultimo, assieme al margravio Odo I, fu il suo tutore. Ottóne II imperatore e re di Germania. L'imperatore affrontò gli Arabi in battaglia al Capo delle Colonne presso Rossano il 13 luglio 982: qui la vittoria imperiale (lo stesso emiro fu ucciso e i Saraceni erano già stati volti in fuga), per il sopraggiungere imprevisto di rinforzi contro gli inseguitori, si mutò in una tremenda disfatta, dalla quale lo stesso imperatore riuscì a sottrarsi fortunosamente fuggendo via mare. I Crescenzi assursero così al controllo di Roma, pensando che Ottone II fosse più debole del padre. Function: require_once, Message: Undefined variable: user_membership, File: /home/ah0ejbmyowku/public_html/application/views/user/popup_modal.php L'emiro fu ucciso, ma le sue truppe non si sbandarono per la perdita: anzi manovrarono circondando gli avversari, che subirono gravissime perdite. Ottone II dovette affrontare nel 976 una ribellione guidata da suo cugino Enrico II duca di Baviera e dei continui contrasti con il regno di Danimarca guidato da Harald I (Aroldo I di Danimarca) detto Dente Blu. Secondo lo storico Ibn al-Athir, i caduti tra le forze imperiali furono circa 4.000, tra i quali Landolfo IV di Benevento, Enrico I di Augusta, Günther, margravio di Merseburg, l’Abate di Fulda e numerosi altri conti germanici, come Burcardo IV di Hassegau. Per il dominio della Lorena Ottone II si scontrò con Lotario re di Francia: questi avanzò fino ad Aquisgrana, l'imperatore si spinse a sua volta fin presso Parigi (978); dopo di che i due sovrani si riconciliarono (ma Lotario non abbandonò le sue aspirazioni e tornò all'attacco dopo la morte dell'imperatore). Function: view, Il luogo della battaglia è controverso, alcuni, come, non è chiaro con quale titolo Odoacre regnò in Italia ma gli storici concordano sull'attribuirgli quello di, non da Imperatore, contese il trono ad Enrico II il Santo, Evoluzione del Regno d'Italia nella storia, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Ottone_II_di_Sassonia&oldid=114123059. La Baviera e la Carinzia, tolte ai loro duchi, furono concesse la prima a Ottone, duca di Svevia, la seconda a un altro cugino dello stesso nome, figlio di Corrado di Lorena e di Liutgarda, sorella dell'imperatore. Figlio di Ottone I e di Adelaide, nel maggio del 961 fu incoronato re ad Aquisgrana, essendo ancora vivo il padre che successivamente lo volle collega nell’impero a Roma nel 967. Ottone II Imperatore del Sacro romano impero e re di Germania (n. 955 - m. Roma 983). - Figlio (Kessel, Cleve, 980 - Castel Paterno 1002) di Ottone II e di Teofano. I principi tedeschi sopravvissuti furono riscattati a peso d’oro e l’Imperatore stesso si salvò solo con una fuga vergognosa raggiungendo la marina e gettando il cavallo al galoppo in mare per trovare scampo su una nave. - Figlio (n. 951 - m. Gandersheim 995) di Enrico I duca di Baviera, congiurò contro Ottone II e fu privato (976) del ducato. – 1. Qui fece eleggere Re d'Italia suo figlio Ottone III ed inviò in Germania suo nipote Ottone I, Duca di Svevia e di Baviera, per ottenere rinforzi, ma il messaggero morì durante il viaggio. - Figlia (n. 931 - m. Seltz, Alsazia, 999) di Rodolfo II, re dell'Alta Borgogna, nel 947 sposò Lotario II re d'Italia. Di fatto quindi la battaglia, nonostante l'impresa dell'uccisione dell'Emiro di Sicilia, si concluse con una sconfitta per l'Imperatore, a causa delle pesanti perdite umane[1]. Dopo un violento scontro, un corpo di cavalleria pesante tedesca distrusse il centro dello schieramento musulmano e si spinse verso la guardia di al-Qasim, che venne sbaragliata. Ricordi di Piero de’ Medici sulla morte di Cosimo il Vecchio, Le feste per il matrimonio di Cosimo II e Maria Maddalena d’Austria, Scopri come i tuoi dati vengono elaborati, Roberto d'Angiò, un re saggio sul trono di Napoli, Roberto d’Angiò, un re mago sul trono di Napoli. Enrico, stretti accordi con la Polonia e la Boemia, si ribellò con le armi a O., che solo nel 978 riuscì a domare la rivolta. Post su Ottone II scritto da Enrico Dettoni. La Badia Fiorentina fu fondata da Willa, moglie del marchese Bonifazio di Toscana, nel 978, alla ... Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Questi si rese conto dell'inaspettata forza delle truppe di Ottone e decise di ritirarsi.

.

Apertura A Roma Di Primark, Elenco Scuole Provincia Di Napoli, Orari Messe Palermo, Lorenzo In Portoghese, Patroni Di Firenze, Storia Del Colosseo Per Bambini, Ascensione E Assunzione, Rai Premium Programmi Oggi, Ercole E Il Simbolo Di, Sport Nati In Italia,