Per questo il suo aspetto diventa un po’ cespuglioso. È bene rimuovere le foglie morte secche. Per questo è bene metterla in un appartamento molto spazioso e dai soffitti molto alti. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. Dopo anni di tentativi falliti ma anche di vittorie, sono riuscita a mettere insieme alcune conoscenze sulle piante che vorrei condividere con chi, come me, ama coltivare del verde nella propria casa. Ora invece diamo un’occhiata ad un insieme di piante che sono accomunante sempre dalla caratteristica di essere abbastanza resistenti e di facile manutenzione. Potremmo dire che praticamente non ha esigenze, come la già citata Sansevieria. Piante da appartamento: 10 esemplari che vivono bene con poca luce Se hai poca luce in casa e non vuoi rinunciare ad una zona verde, non preoccuparti: abbiamo selezionato 10 belle varietà di piante da appartamento che riescono a vivere bene anche con poca luce. Nel suo habitat naturale, l’America centrale e meridionale, raggiunge dimensioni considerevoli, ma la versione domestica della pachira acquatica, questo il suo vero nome, è una perfetta pianta da interni e, volendo, anche da scrivania. Piante da Appartamento per Principianti e che Richiedono Poche Cure; 2. Di solito si crede che sia praticamente impossibile farla sopravvivere più di un paio di mesi, ma non è così. Quando cominciano a buttare, mantenere una buona umidità annaffiando più regolarmente in modo che il terreno sia sempre leggermente umido sulla superficie. Tendenze, ma anche stile, shopping, beauty. Riassumendo solo alcune delle piante che vi elencherò di seguito sono attualmente presenti nella mia casa. Dato che il suo clima ideale è di tipo caldo umido, per prolungarne la sua durata cercheremo di ricreare quanto più possibile quelle condizioni che ne consentono uno sviluppo rigoglioso e di lungo periodo. Ama temperature calde e il suo range ideale è tra i 15°C e i 25°C . Invisibile e inodore, l’inquinamento dell’aria è presente in molti interni. Non richiedono che poche cure e una esposizione solare molto ridotta. Ha bisogno di una miscela di terra, compost e sabbia, e di molta, molta luce. Inoltre per essere ancora più chiari, quando parliamo di piante grasse, ci riferiamo alle succulente e alle cactacee. Ugualmente bisognose di angoli luminosi della casa ma con annaffiature minime (se paragonate alle più comuni piante verdi) sono le succulente, tra cui ritroviamo anche le aloe, le kalanchoe,  e alcuni cactus. Il suo colore è rosso e si trova in commercio nel mese di dicembre. Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment. Il fiore di cera (Hoya Carnosa) è una perenne dal fogliame verde brillante, che raggiunge i 70 cm di altezza, originaria delle regioni tropicali, quindi ha bisogno di almeno 7-13°. Tuttavia ha la tendenza a invadere le altre piante. Altre, invece, sopravviverebbero davvero in mano a chiunque! Ama la luce, ma non va esposta direttamente ai raggi solari che potrebbero bruciarne le foglie, e anche la temperatura deve essere costante, mai sotto i 14 gradi. La mia casa ha una esposizione Ovest – Est. Originaria del Madagascar viene anche chiamata Tronchetto della Felicità. Preferisce un mix di torba, sabbia, corteccia, compost di foglie e carbone di legna. Ama la luce, richiede una quantità moderata di acqua e produce dei piccoli fiori bianchi molto graziosi. Parlando in generale, delle piante grasse e come le gestisco nel mio ambiente domestico, solitamente preferisco tenerle in balcone (a parte qualche piccola eccezione), con l’accortezza di inverno di coprirle per bene con sacchi TNT. Proprio in quest’ultima stagione, se ne avete la possibilità, sarebbe meglio portarla fuori in balcone o in giardino, ovvero in luogo luminoso senza mai che venga  baciata direttamente dai raggi del sole. È una pianta molto elegante, nello specifico si tratta di una palma compatta – perfetta dunque per gli appartamenti. illustrata, Alla scoperta della Callicarpa, la pianta che attrae per i suoi meravigliosi frutti, Brughiera, tutto sull’affascinante paesaggio tipico della Scozia e dell’Inghilterra, Quali sono le piante più resistenti al freddo? L’unica difficoltà sta nel capire quando è arrivato il momento più giusto per darle da bere, come al solito si procederà quando il terreno risulterà asciutto al tatto. Io proprio per questa sua grande robustezza gli ho affibbiato il nome di Highlander l’immortale, come il film con Christoper Lambert , Potrebbe anche interessarti: Come Prendersi Cura Del Pothos: Alcuni Consigli Per Farlo Vivere a Lungo.

.

Autostrada Savona-torino Oggi, Via Guadagnoli 20 Arezzo, Dlgs 101 Del 31 Luglio 2020, Mantegna Percorso Artistico, Dove Si Trova La Città Di Dio, Ginnasio Liceo Significato, Santi E Beati 8 Ottobre,