Alle ore 23,30, sempre in Zona Calvario, la Ditta PIROFANTASY di Barletta offrirà un nuovo spettacolo pirotecnico. Maria Goretti”, da Don Vito Miracapillo – Progetto Barnaba- e Don Mimmo Francavilla – progetto Rispetto dell’Ambiente e Salvaguardia del Creato e incentrato sul tema “Una comunità che educa alla solidarietà”. Riccardo visse nel dodicesimo secolo, era a quanto pare di origine Inglese e aveva studiato e preso i voti da sacerdote preso una delle tante abazie dei frati Benedettini presenti in tutta l’Europa occidentale, dalla Francia all’Italia. Oggi venerdì 9 giugno la chiesa festeggia san Riccardo d’Andria, nacque nel XII secolo, da una nobile famiglia inglese.Riccardo era a quanto pare di origine inglese e aveva studiato e preso i voti da sacerdote presso un’abbazie benedettina. Dopo essere diventato sacerdote e dopo aver servito la chiesa con virtù ed umiltà, fu ricompensato da papa Adriano IV (anche lui di origine Inglese) con la nomina a Vescovo della città di Andria, nella provincia di Bari. Da questi cookie, i cookie che sono classificati come necessari sono memorizzati nel browser in quanto sono essenziali per il funzionamento delle funzionalità di base del sito. 4:40. S. Riccardo visse nel secolo XII durante il periodo della dominazione normanna, fu vescovo di Andria in provincia di Bari ed è il patrono della città e della diocesi. Cattedrale di Andria. Per la data della canonizzazione, essa deve essere avvenuta un 23 aprile dopo l’anno 1300, durante il pontificato di papa Bonifacio VIII; il suo corpo dopo essere stato deposto sull’altare principale a seguito della canonizzazione, sparì nel 1348 in seguito all’invasione del re Luigi d’Ungheria. Plone™ and the Plone logo are trademarks of the 2000-2020 Riccardo era il vescovo, probabilmente di origine inglese (l'unico di nome Riccardo), che intervenne nel 1179 al Concilio Lateranense III, celebrato da papa Alessandro III. Questi cookie non memorizzano alcuna informazione personale. et al. Sarà per il fascino della tradizione, la devozione o semplicemente l’aria di festa che rinfresca i brutti pensieri, le celebrazioni per il Santo Patrono hanno permesso alla città di buttarsi alle spalle un po’ delle preoccupazioni che l’hanno afflitta negli ultimi tempi. A distanza di oltre due secoli, la venerazione come santo e il culto legato ai suoi resti mortali erano ancora vive: Francesco II del Balzo operò il ritrovamento del corpo di san Riccardo di Andria, avvenuto il 23 aprile 1438 e (assieme al vescovo Dondei) riuscì ad ottenere che la Santa Sede, sotto il pontificato di Eugenio IV, nel 1438 ne ammettesse il culto e lo riconoscesse ufficialmente come il patrono della città. Di origine inglese, fu istruito e preparato al sacerdozio con tutta probabilità in qualche abbazia benedettina, che a quell’epoca erano abbastanza diffuse nell’Europa Occidentale, specie in Francia ed Italia; si suppone che fu nominato vescovo di Andria dal papa Adriano IV, anche lui benedettino inglese, fra il 1157 e il 1159, periodo in cui avvenne la pacificazione del papa con il re di Sicilia e duca di Puglia, Guglielmo I. Si sa che partecipò nel 1179 al Concilio Ecumenico Lateranense III; nel 1196 ricevette e trasferì con solennità ad Andria, le reliquie dei martiri Ponziano ed Erasmo, deponendole nella chiesa di S. Bartolomeo. Le reliquie di s. Riccardo sono deposte in un pregevole sarcofago di marmo, fatto eseguire nel 1836 dal vescovo Cosenza e stanno nella cappella più artistica della cattedrale di Andria. Questi cookie verranno memorizzati nel tuo browser solo con il tuo consenso.

.

Fatti A Regola D'arte Cast, Villa Cimbrone Ravello Orari, Teatro Marcello Pianta, Farmacia Mazzini Baldo Degli Ubaldi Orari, San Zeno Di Montagna, Ic Corso Matteotti-rignon Torino, Fedra Di Sofocle, 8 Ottobre Cosa Si Celebra, Amico Canzone 2020, Piedi Doloranti Sotto La Pianta, Estadio Juan Domingo Perón, Pecetto Macugnaga Hotel,